Dr. Davide Lafranchi

Studio veterinario

Get Adobe Flash player

Viaggi all'estero


Obblighi legali

Nel caso in cui intendiate recarvi all’estero con il vostro animale occorre rispettare alcuni obblighi legali:

  • Vaccinazione antirabbica: è obbligatoria per cani, gatti e furetti. Deve essere effettuata con almeno 21 giorni di anticipo rispetto alla data di partenza e non deve essere scaduta. Durata della vaccinazione: 3 anni.
  • Passaporto per animali da compagnia: ogni cane, gatto e furetto che varca il confine deve essere munito di un passaporto ufficiale per animali da compagnia rilasciato dal veterinario.
  • Microchip: ogni cane, gatto e furetto  che varca il confine deve essere munito di microchip e registrato nella banca dati ANIS. Alcuni Paesi hanno leggi più severe, prima di partire vi consigliamo di consultare il sito internet www.ti.ch/cani (importazione, esportazione, viaggi) o di rivolgervi all'ambasciata del Paese di destinazione.

Profilassi antiparassitaria / malattie da viaggio

Salvo rare eccezioni i trattamenti antiparassitari non sono obbligatori ma consigliati e variano in base al luogo di destinazione. La Filariosi e la Leishmaniosi sono tra le malattie più diffuse nel bacino del Mediterraneo.

Filariosi cardiopolmonare

La filariosi è una malattia parassitaria presente nel sud Europa. La filaria è un parassita trasmesso al cane attraverso la puntura di zanzare infette. Le larve di filaria,  tramite la circolazione sanguigna raggiungono il cuore, la vena cava e le arterie polmonari dove si trasformano in parassiti adulti. Si tratta di vermi sottili visibili a occhio nudo che raggiungono la lunghezza di 20-30 cm. I parassiti adulti vivono per circa 5 anni continuando a produrre larve che vengono rilasciate nel sangue. Le zanzare che pungono il cane si infettano e diffondono l’infestazione ad altri animali. Non è possibile la trasmissione della malattia direttamente da cane a cane! La filariosi può colpire gatto e furetto ma non è contagiosa per l’uomo!

I parassiti adulti sono causa di gravi patologie cardiorespiratorie che portano a morte l’animale. La terapia è molto tossica, non priva di effetti collaterali e non sempre risolutiva.

Diffusione e rischio di contagio
Distribuzione geografica
  • Nord Italia: piano del Po e Toscana
  • Francia: costa mediterranea e Corsica
  • Spagna: province del sud Maiorca, isole delle Canarie
  • Portogallo, Grecia, Ungheria, Paesi Balcanici intorno al Mediterraneo

Stagione: Fine primavera – estate – inizio autunno

 

Prevenzione

  • Trattamento a scadenza mensile con pastiglia antiparassitaria: È fondamentale che la pastiglia antiparassitaria sia data entro 30 giorni dal rientro dalla zona a rischio, comunque dopo che l’ultima zanzara potenzialmente infetta ha punto il cane. Il farmaco ha l’effetto di uccidere le larve che si trovano nel sangue prima che si trasformino in parassiti adulti.
  • Applicazione di repellenti contro le punture di zanzara
 
Leishmaniosi

La leishmaniosi è una grave malattia parassitaria presente prevalentemente nel sud dell’Europa. A causa dei cambiamenti climatici, dell’abitudine di portare il cane con sé durante i viaggi all’estero e di adottare animali provenienti da zone endemiche, la malattia si sta diffondendo in tutta Europa. La leishmania è un parassita trasmesso al cane attraverso la puntura di flebotomi (moscerini) detti pappatacei. Dal momento dell’avvenuta infezione sino al manifestarsi di sintomi clinici possono passare diversi mesi, a volte persino anni. La leishmania si riproduce nelle cellule del cane e provoca sintomi molto diversi tra cui: aumento di volume dei linfonodi, lesioni cutanee, febbre, anoressia, anemia, dimagramento, lesioni oculari, disturbi di deambulazione e insufficienza renale. Il cane produce anticorpi contro il parassita che però non sono efficaci e, se non trattato, va lentamente incontro a morte. La diagnosi è formulata attraverso un’analisi del sangue. L’analisi del sangue è molto indicata per tutti i cani provenienti dalle regioni a rischio in quanto permette di individuare tempestivamente i portatori e di ridurre il rischio di contagio. La terapia farmacologica è molto costosa, non priva di effetti collaterali e non elimina completamente i parassiti dal corpo del cane che resterà portatore a vita e potrà essere fonte di contagio per altri animali. La leishmaniosi è contagiosa anche per l’uomo che però di solito resta portatore asintomatico. La malattia può manifestarsi in persone affette di AIDS.

 
Diffusione e rischio di contagio
 
Distribuzione geografica

Paesi del bacino mediterraneo, zone più a rischio: Sud della Francia, Italia centrale e del sud (Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo, Veneto e Piemonte) , isole Baleari, Andalusia, Portogallo, Grecia centrale e isole del sud.

Stagione: Primavera – estate - autunno (quando il moscerino è attivo)

 

Prevenzione

Prodotti repellenti contro la puntura dei flebotomi

  • Collare: deve essere portato costantemente dal cane a diretto contatto con la pelle. Ha effetto dopo 10 giorni dall’applicazione per la durata di 5 mesi. Può essere usato per cani a partire dalle 7 settimane di età e non ci sono controindicazioni in caso di animali gravidi o in fase di allattamento. Non è necessario toglierlo quando l’animale entra in acqua.
  • Prodotti spot on da applicare direttamente sulla pelle del cane. La copertura dura un mese.
  • Consentire al cane di dormire in ambiente chiuso durante la notte per ridurre la possibilità di essere punto.

Contatto

STUDIO VETERINARIO
Dr. Davide Lafranchi

Strada Cantonale 
6715 Dongio

Tel +41 91 871 11 84
Fax +41 91 871 12 36

info@lafranchivet.ch
www.lafranchivet.ch

Orari di apertura

Lunedì

08:00-12:00/14:00-18:00

Martedì

08:00-12:00/15:00-19:00

Mercoledì

08:00-16:00 continuato

Giovedì

08:00-12:00/14:00-18:00

Venerdì

08:00-12:00/14:00-18:00

 

Sabato e domenica: chiuso

Urgenze

In caso di urgenza fuori orario contattare il servizio di picchetto cantonale al numero:

0900 140 150 (2.- CHF/min.)